giovedì 8 agosto 2013

Timeo Danaos et dona ferentis

Sto risistemando delle pipe prese sulla baia. E adesso oso addirittura riverniciarle, visto che arrivano, di solito, in condizioni abbastanza deteriorate.
Uso solo sostanze autoprodotte e rigorosamente alchemiche.
Questa prima, una Hardcastle, londinii facta, è venuta proprio come la volevo. Mi sono rotto delle pipe rosse e marroni e nere. La volevo trasparente e mi sembra che la cosa abbia funzionato. Per festeggiare le regalo un bel libro (Davies, I misteri del tempo - dove si discute comprensibilmente del fatto che il tempo è fregagnolo e - forse - non esiste) e un bel tabacco.


Ma, ahimè, mi è arrivata anche una Gasparini molto bella, in partenza, ma, ormai affetto da vanagloria, mescolo un pizzico di sostanza due alla degna di fede sostanza uno e provo a riverniciarla.
Il risultato è un non desiderabile, per me, fondo grigiolino. I nodi e le vene sono abbastanza evidenti (anche se la foto dal telefonino non rende giustizia, tendendo al marrone per il colore di fondo) ma io la volevo come la hardcastle. 
Non si scherza con l'alchimia.

Per punirmi ci metto un libro adeguato e un tabacco penitenziale (e lei, vendicandosi, me lo fa fumare divinamente).



Nessun commento:

Posta un commento