mercoledì 13 febbraio 2013

La casa delle alghe

Finalmente una buona notizia.
Qui il link (lasciate che il vostro browser traduca dal tedesco)




IN FASE DI COSTRUZIONE IL PRIMO EDIFICIO PRESSO AMBURGO

La casa che prende l'energia dalle alghe

Il bioreattore nella facciata fornisce ombreggiamento e biomassa dalla quale si ricava energia termica

A Wilhelmsburg, in Germania, a pochi chilometri da Amburgo, è in fase di costruzione il primo edificio che verrà alimentato totalmente attraverso un bioreattore ad alghe presente sulla facciata. La casa-alga (Biq-House), che dovrebbe essere completata il prossimo 31 marzo, è una palazzina di cinque piani: all’interno dei pannelli di vetro, che rivestono le pareti esterne, sono coltivate microalghe che, grazie al processo di fotosintesi, assorbono i raggi solari e l’anidride carbonica creando un sistema di ombreggiamento.

Prosegui a leggere sul Corriere

Questa è una delle vie. Noi europei non dobbiamo fare concorrenza alla Cina nella produzione di stoviglie o di beni a basso valore aggiunto. Dobbiamo guardare al futuro. E sono queste le cose che noi Italiani sappiamo fare bene.

Nessun commento:

Posta un commento