mercoledì 27 febbraio 2013

Lunga vita ai pessimisti

Che poi uno dice 'ah!  Dev'esserci un progetto intelligente dietro a questa meraviglia chiamata uomo!'.


Pessimism About the Future May Lead to Longer, Healthier Life


Feb. 27, 2013 — Older people who have low expectations for a satisfying future may be more likely to live longer, healthier lives than those who see brighter days ahead, according to new research published by the American Psychological Association.


"Our findings revealed that being overly optimistic in predicting a better future was associated with a greater risk of disability and death within the following decade," said lead author Frieder R. Lang, PhD, of the University of Erlangen-Nuremberg in Germany. "Pessimism about the future may encourage people to live more carefully, taking health and safety precautions." The study was published online in the journal Psychology and Aging.





Che i pessimisti possano vivere più a lungo e in maggior salute è una bella ipotesi. Da tempo ho scoperto che l'espressione di cultura popolare Cuore allegro il Ciel l'aiuta è una baggianata del mondo favoloso e colorato di Garrone e della Piccola Vedetta Lombarda. Ma mai avrei osato pensare che un atteggiamento pessimista e poco fiducioso nel futuro permette, statisticamente, una vita più lunga e sana.
A pensarci bene è una deduzione in linea con la cultura darwiniana che si poteva produrre anche a priori, senza dati sperimentali 1).
Però, dire proprio che il pessimismo è una scelta di vita efficiente va contro ogni buona educazione che ci hanno dato da piccoli. E contro ogni senso di verità quotidiana ed istintiva.
Insomma, alla fine, il pessimismo appare proprio brutto e con un sapore di muffa e di marcio...
Come si può pensare che il pessimismo sia un bene? 
Sono convinto che questa novità derivi dalla pretesa dell'uomo del crepuscolo di vivere per sempre e dalla sua scoperta che, se non per sempre, almeno si deve vivere moltissimo.
Accontentandoci di vivere molto a lungo, vogliamo anche vivere in salute. E se questo è vero, come appare, ne deriva che per vivere a lungo e in salute, ci costringiamo tutta la vita ad essere chiusi, spaventati, misantropi e con il desiderio di essere sempre altrove.
Grande!
Scusatemi se la finisco qui, ma adesso vado a fumarmi un bel sigaro, perché mi voglio perdere il treno dell'immortalità



_______________________________________

1) Sembra facile capire come il timore dell'esterno, la prudenza tipica dell'incertezza, la cautela prodotta dall'idea della savana come luogo di morte, immagini archetipiche alla base del pessimismo 'naturale', possano  produrre una conservazione dell'individuo e del suo corredo genetico, e quindi costituiscano un vantaggio evoluzionistico. Non ne sono proprio certo, non essendo io uno specialista, ma mi sembra possibile.

martedì 26 febbraio 2013

Perchè ho votato Monti, il servo della Goldman




Ho votato Monti e quindi, da qui in poi, mi sentirò poco responsabile delle cose che accadranno. In bene e/o in male.

Avevo deciso di votarlo prima che si mettesse in grembo il cagnetto, per i motivi che qui sotto accenno.1)

Perchè Monti? Perchè la via della rivoluzione l'abbiamo abbandonata da parecchi anni, e se vogliamo stare dentro questo sistema, è meglio starci rispettando le regole. Ci aveva salvato, contabilmente parlando, e dovevamo essere conseguenti. Io lo sono stato, votando il professore che altri vogliono servo di Goldman Sahcs. Ricordo i tempi in cui votavo PdUP (partito di unità proletaria per il comunismo) e devo ammettere che un po' di acqua è passata sotto i ponti.
Lo ho votato perchè ho due figlie e una in particolare sta iniziando adesso i suoi studi universitari. Hanno già deciso, lei e il suo fidanzato, di andare a vivere e lavorare all'estero, ma ammetto che mi piacerebbe restassero qui vicino, se solo potessero.
Credo che, allo stato dei fatti attuale, se non crolla del tutto il sistema di produzione e consumo occidentale (una volta) e mondiale (come è oggi), Monti fosse quello che più poteva garantire una ripartenza.
Mi hanno insegnato, mio padre di destra e i miei compagni dell'ultrasinistra di gioventù, mi hanno insegnato le letture e la storia, i preti e gli insegnanti, le donne e financo Ray Bradbury, che tra chi ti dice "tagliamo per ripartire" e l'altro che propone "basta tagli! tutti più ricchi!", dieci volte su dieci il primo è credibile e il secondo è un farabutto.
E anche in questo rappresento una sparuta minoranza. Nell'etica pubblica, se non in quella privata.



Vabbè, Pinocchio alla fine s'è salvato dalle insidie del Gatto e della Volpe. E se Pinocchio rappresenta, come di fatto rappresenta, lo spirito del popolo di questa sventurata nazione, finirà che ci salveremo anche noi. Posto che si sappia nuotare con gli zoccoli e che la Fatina dai capelli Turchini non debba collegarsi a qualche social dal cellulare, proprio in quel momento.

Edit: 06.03.2013. Curioso che Goldman Sachs abbia ora espresso 'entusiasmo' per la vittoria del Movimento 5 stelle. C'è qualcosa che non torna (link).
_______________________________
1) C'è una cosa curiosa che mi rimbalza nella testa: è dal '78 che voto sempre la minoranza, a volte l'assoluta minoranza. Tranne una volta o due. Non basta per non sentirmi responsabile, ma è comunque una bella soddisfazione non essere coinvolto troppo, nemmeno come micro espressione della volontà popolare.

domenica 24 febbraio 2013

Windows 7 burlona

Lo sapete qual è il crash di sistema più curioso?
In realtà è un hung-up, o freeze, non sono certo, ma avviene SEMPRE in questo modo:
Hp Pavillion dv6 notebook, Intel core5, Radeon e Windows 7 home premium 64bit, 4Mb RAM.
Collegamento wifi con router Atlantis.

Tutte le volte che porto il notebook, acceso e collegato alla rete, dalla cucina (10m lontana dal router) allo studio (dove è il router) Winzozz7 ci pensa su due secondi e poi, in ordine preciso, accende la ventola a manetta, rallenta i collegamenti web, blocca le schede di chrome, rallenta explorer (finestre e menù) e, se non faccio in tempo a spegnere il sistema, mi blocca anche il mouse.
Quando spengo appare lo schermino blu, la ventola continua a girare come una matta fino a che non devo staccare la batteria e/o la corrente.

TUTTE le volte.

Vi sembra sensato? 



mercoledì 13 febbraio 2013

La casa delle alghe

Finalmente una buona notizia.
Qui il link (lasciate che il vostro browser traduca dal tedesco)




IN FASE DI COSTRUZIONE IL PRIMO EDIFICIO PRESSO AMBURGO

La casa che prende l'energia dalle alghe

Il bioreattore nella facciata fornisce ombreggiamento e biomassa dalla quale si ricava energia termica

A Wilhelmsburg, in Germania, a pochi chilometri da Amburgo, è in fase di costruzione il primo edificio che verrà alimentato totalmente attraverso un bioreattore ad alghe presente sulla facciata. La casa-alga (Biq-House), che dovrebbe essere completata il prossimo 31 marzo, è una palazzina di cinque piani: all’interno dei pannelli di vetro, che rivestono le pareti esterne, sono coltivate microalghe che, grazie al processo di fotosintesi, assorbono i raggi solari e l’anidride carbonica creando un sistema di ombreggiamento.

Prosegui a leggere sul Corriere

Questa è una delle vie. Noi europei non dobbiamo fare concorrenza alla Cina nella produzione di stoviglie o di beni a basso valore aggiunto. Dobbiamo guardare al futuro. E sono queste le cose che noi Italiani sappiamo fare bene.

lunedì 11 febbraio 2013

Il Papa abbandona e che succede a S. Pietro?


No, dico... Un Papa che si ritira è avvenimento raro. Un fulmine che colpisce la cupola di S. Pietro è avvenimento molto inconsueto. Se si stabiliscono rapporti di causa ed effetto, ma anche solo di congruenza, allora siamo tutti fritti!

(in questo clima di triste campagna elettorale Gigionaz è a corto di idee)

Edit: il mio sospetto che tale fulmine fosse prodotto con un plugin per Photoshop (o Gimp, o altri programmi di fotoritocco) è stato sufficientemente smantellato dal cacciatore di bufale che ho l'onore di linkare qui, tra i blog consigliati. La confutazione del mio sospetto si trova qui.