mercoledì 12 dicembre 2012

Palindromo tuo nonno(n)

Il palindromo è importante, non ci si può scherzare sopra. 
Dicesi palindroma una cifra (o una parola) che può essere letta da sinistra a destra o da destra a sinistra. Il più semplice palindromo è 11, o 00 o AA o BB. 
Anche lo studente svogliato può recuperare su Wiki la definizione: Il palindromo (dal greco antico πάλιν "di nuovo" e δρóμος "percorso", col significato "che può essere percorso in entrambi i versi") è una sequenza di caratteri che, letta a rovescio, rimane identica. Il concetto si riferisce principalmente a parolefrasi e numeri. Secondo una leggenda l'inventore e il primo virtuoso del genere sarebbe stato il poeta greco Sotade, vissuto ad Alessandria d'Egitto nel III secolo.
In questo inizio secolo le date palindrome si affollano. E anzi, ormai siamo agli sgoccioli.
Le ultime sono state nel 2012, essendo il palindromo della data (nella nostra notazione latina) composto da giorno-mese-anno ed essendo i giorni del mese al massimo 31. Dato quindi che il millennio è il secondo e ci costringe a lavorare col secondo mese dell'anno (e con i suoi 28 giorni, quarta cifra '2') l'ultimo anno del secolo che può produrre una data palindroma è il dodicesimo, non essendoci 31 giorni a febbraio (31.02.2013).
Palindrome sono state le date: 10.02.2001, 20.02.2002. Poi saltano tutte quelle del 2003 (non esiste un 30 febbraio), del 2004, del 2005 (perchè non esistono mesi con 40 o 50 giorni) e via così fino alle valide 2010 (01.02.2010),  2011 (11.02.2011) e 2012 (21.02.2012).
Dopo questa si dovrà aspettare il prossimo secolo (10.12.2101).

Il 12.12.12 è una data molto curiosa (come il 01.01.01, il 02.02.02 ecc ecc) ma non ha il fascino e la rarità delle date palindrome.

Comunque può sempre servire per le topiche giornalistiche.



Ed è strano, perchè una volta su Repubblica scriveva il divino Bartezzaghi dal quale ho imparato cosa sono, davvero, i palindromi.

Ah, dimenticavo. Lo sapevate che - TOPI NON AVEVANO NIPOTI -, vero? :)

2 commenti:

  1. La stampa peggiora un pò come il debito pubblico.
    Che ansia quei numerini che scorrono veloci.
    Sembrano criceti su una ruota.

    RispondiElimina
  2. Ciao Scalza! Che piacere sentirti!
    Criceti, già. Come metafora è azzeccata e quindi bruttissima.
    Un bacione

    RispondiElimina