domenica 4 novembre 2012

Il rettangolino azzurro


Dove si scopre che al mondo esiste un po' di giustizia. E pure di culo.
E che anche in Germania ci sono pensionati settantenni che campano con 600 euri al mese.
______________


GERMANIA

Pensionata compra francobollo al mercato
delle pulci e scopre che vale due milioni e mezzo

Definito il Santo Graal della filatelia, è stato emesso nel 1861 in onore di Benjamin Franklin. Ad accorgersene il marito


FRANCOFORTE – Una pensionata ha comprato al mercatino delle pulci un francobollo e ha scoperto che è del 1861 e vale due milioni e mezzo. È il sogno di ogni collezionista, acquistare per poco danaro un oggetto in apparenza poco appariscente, per scoprire in seguito che si tratta di un pezzo molto raro.
AUTENTICO AL 99% - È accaduto a Dresda, alla moglie di Reinhold Hoffmann, un pensionato settantenne che campa con 600 euro al mese. La donna ha acquistato per 20 euro un pacco con due chili di vecchie buste affrancate. E quando il marito ha iniziato a ispezionare le buste sul tavolo della cucina, si è accorto dell’acquisto eccezionale. «Mi è mancato il respiro quando ho visto il francobollo», ha narrato il collezionista dilettante al quotidiano popolare Bild, spiegando che il minuscolo francobollo, appena 1,1 per 1,4 centimetri, del valore di un centesimo di dollaro è stato emesso nel 1861 in onore di Benjamin Franklin, uno dei padri degli Stati Uniti d'America.

Un complimento alla signora che avrà comprato il pacco di lettere per far regalo all'amato (e me li immagino i due vecchietti germanici, e li ringrazio con un po' di riconoscenza) e al marito, pensionato, che chissà da quanti anni coltiva la passione calma dei francobolli, rettangolini colorati che alla fine l'hanno ringraziato in maniera così clamorosa.
Poi uno dice che la società postindustriale o digitale o preapocalittica è avara di favole...

Testo semiriprodotto e linkato dal Corriere della sera che ringraziamo.
_____________________

Nessun commento:

Posta un commento