domenica 3 giugno 2012

Ennesima riforma della scuola in arrivo?



Ascoltate bene il video qui sopra.
E poi leggete l'articolo qui sotto:


Fioroni contro riforma scuola
"Profumo sceglie strada sbagliata"

Per l'ex ministro dell'Istruzione le priorità del sistema scolastico italiano sono combattere la dispersione e garantire a tutti insegnamento di qualità non elitario: "Non serve la politica degli annunci". La responsabile scuola del Pd: "Prima bisogna far fronte alle emergenze". Gasparri (Pdl): "Vergognose norme pro-baroni"

ROMA - Non c'è bisogno "della politica degli specchietti" o di "interventi esclusivamente mirati a incentivare la competizione e garantire l'eccellenza per pochi": "la scuola italiana è una grande risorsa per il Paese e deve avere l'ambizione di essere per tutti di qualità". A Giuseppe Fioroni, deputato del Pd e titolare dell'Istruzione nel secondo governo Prodi, non piace la riforma presentata dal ministro Francesco Profumo 1che vuole dare maggiore spazio al merito e rendere i giovani italiani più competitivi a livello europeo. "L'emergenza rispetto all'Europa non è la certificazione del merito - sottolinea Fioroni - ma la grande dispersione scolastica e la necessità di migliorare le competenze dei nostri studenti che sono sotto la media Ocse". 

Le richieste dell'Europa. "L'Europa - prosegue Fioroni - ci chiede un sistema di valutazione serio, provvedimenti urgenti per il recupero di chi resta indietro e strumenti e risorse per migliorare le scuole che hanno bisogno. L'Ocse ci chiede di investire sull'aggiornamento e la riqualificazione professionale dei docenti per consentire tutto questo. Di fronte a queste priorità è paradossale che il ministro Profumo non avverta la necessità di interventi urgenti e di reperire risorse adeguate per consentire tutto questo e renderci competitivi in Europa".

(si può continuare a leggerlo al link sopra il titolo).
Premesso che non capisco quanto sia 'tecnica' una riforma del genere,
io, da uomo di sinistra, sono del tutto d'accordo con Profumo e proprio per nulla con Fioroni. 
Anzi, credo proprio che Profumo dica cose 'di sinistra' e Fioroni no.
Se è vero quanto 'anticipato' da Repubblica.

Lasciamo perdere Gasparri.



Nessun commento:

Posta un commento