sabato 26 maggio 2012

Al lupo! Al lupo!

Ma quanto mi stanno sulle balle quelle trasmissioni di quotidiano attacco alla 'cricca', alla 'casta', alla 'malapolitica'!

In primo luogo trasformare un'emergenza in luogo comune sta a significare che nulla di quello che accade è più importante e che nulla ci deve, effettivamente, preoccupare. 
E' vero, i cinesi mangiano i bambini, i cani e anche le vecchie zie.
E allora?
relinked
In secondo luogo perchè quando il lettore o lo spettatore è 'assolutamente' d'accordo con quanto legge o ascolta, beh, allora si può essere certi che quanto scritto o trasmesso serve a nulla. Ed anzi che, quasi sicuramente, è solo una balla1).


relinked
Vi diremo tutte le cose che volete sentire, mentiremo spudoratamente, vi racconteremo tutte le balle che vi servono, basta che non ci rompete davvero i maròni.


relinked
Alla fine, e definitivamente, mi fanno venir l'orticaria tutta quelli che hanno sguazzato da sempre nella pegola spessa e adesso, schizzinosi, provano a spazzarsela di dosso. Come quelli che si son comprati il fuoristrada in comode rate da un migliaio di euri al mese e adesso se la prendono con speculatori e finanza perchè non riescono a pagarle.

Il presente sfogo vale anche come privata, moderata e inutile censura nei confronti dei guitti televisivi (alla Sabina Guzzanti, principalmente, che saluto e complimento per i begli occhi che ha) e dei pennivendoli della carta stampata e digitale. Il cui tempismo è tale e tanto che viene il sospetto che sia eterodiretto e ben pagato2)

Il presente sfogo non vale per i venditori di fumo professionali che ammorbano il WEB e ai quali dedicherò un'incazzatura apposita appena pronta.

relinked

Testi di LAV/gigionaz - immagini linkate
___________________________________

1) Questo punto vale anche per Grillo e i suoi amici. Dicono troppe cose con cui non si può che essere d'accordo.
2) l'ultima affermazione è del tutto gratuita, infondata e quasi certamente sbagliata.

5 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggere la cazziata rivolta ai venditori di fumo sul web!

    RispondiElimina
  2. non so se si capiva, ma per 'cazziata' intendesi forma contratta del romano 'cazziatone', significante rampogna o furiosa invettiva. Non era un 'cazzata' con refuso, per intenderci :-)

    RispondiElimina
  3. Bah, cara Flavia. Poteva pur essere un refuso.
    E' quasi certo che, quando non parlo di me e del microbo di spazio che mi sta attorno, qualunque cosa scritta qui può ambire al titolo di cazzata.
    Sarà per questo che tra le mie letture preferite, qui sul web, ci sono quelle pagine che, programmaticamente, non vogliono parlare dei massimi sistemi.
    Io, lo ammetto, ci riesco solo in parte ad assumere la parte. Ogni tanto mi scappa (la cazzata).
    Per tornare al cazziatone di cui parlavamo, l'ho già mezzo pensato. Ma questa cosa ha bisogno di uno stato d'animo particolare. Appena lo trovo inizio a sputacchiare a destra e a manca.

    Perdindirindina!
    (Un salutone)

    RispondiElimina
  4. tutto il vaneggiare di questo post ha nulla a che fare con i momenti di vera informazione-spettacolo che saltano fuori in questi giorni dagli spettacoli di Paolo Rossi (guitto con la G maiuscola) e da alcuni momenti del Saviano recente.
    Con Rossi che con la sua guitteria si salva dall'autodistruzione quasi immediata cui si sottopone chiunque appaia in TV.

    RispondiElimina
  5. Grazie della condivisione del link! ;)

    RispondiElimina