giovedì 5 aprile 2012

Arraffa arraffa...


Che tristezza. La pagina della Padania è irraggiungibile, probabilmente per l'eccesso di accessi che ha provocato un denial of service. Scusate la cacofonia, ma è scoppiato l'ascesso e bisognava sottolinearlo.
Umberto Bossi si è dimesso, il trota probabilmente boccheggia, il cerchio magico dei quattrini forse si squaglia al sole di questa primavera profumata. E tutto va bene così.
Ma io provo un sincero affetto per la gente verde, per gli elettori del Bossi dai quali pure mi dividono migliaia di motivi e la stessa immagine del mondo. Provo un sincero affetto per loro. Come si diceva una volta, non si ammazzano così neanche i cavalli.


La Padania è temporaneamente offline. 
Edit: dopo aver sentito alcuni interventi di parlamentari leghisti (La zanzara) e di alcuni elettori leghisti (repubblica) sono relativamente meno affettuoso (diciamo un 70% in meno)

2 commenti:

  1. La politica è responsabilità e non intendo dei vertici, ma delle varie basi.
    Veramente nessuno dei votanti verdi si era accorto della scuoletta della sciura Marrone? Nessuno si era accorto che il Trota non fosse un fisico nucleare? Che la Siora Mauro non fosse una faina?
    Tra poco scopriranno che Calderoli non è uno statista e si accorgeranno di una invenzione rivoluzionaria: la ruota.

    No, ma dico pure la solidarietà?
    Al massimo una maestra di sostegno.

    RispondiElimina
  2. :D Un moto di affetto se lo meritano. Non solidarietà, affetto.
    Oggi salta fuori pure che Renzino si dimette 'perchè non si trovava tanto in Regione'. :D Non si trovava, il poveretto...

    Ciao Scalza! Un abbraccio.

    RispondiElimina