domenica 29 gennaio 2012

L'immagine della settimana - 30.01.2012

Come promesso ad un lettore, questa settimana metto un'altra immagine a me cara. Come nella 'Macchina per la creazione di micro fantasmi' anche qui una formula frattale è utilizzata come ingrediente per un uso 'pittorico'.


Il 'paesaggio' è dato dallo sviluppo di una formula complessa in Mandelbulb3d. L'immagine prodotta, poi, è stata arricchita dei palloncini con Photoshop.

E' stato un lampo. Appena Mandelbulb ha finito di renderizzare la scena, ho visto subito una folla di bimbi nei campi che lasciava volare decine di palloncini colorati. C'è voluta una manciata di minuti per realizzarli.
E' solo uno schizzo, ma nell'HD ho la formula, che posso variare, prima o poi.
PS: in questa giornata scade l'appuntamento con 'L'immagine della settimana' e con 'Il racconto del mese'. Vince la prima. Per il secondo si dovrà aspettare ancora qualche giorno.

Testi di LAV/gigionaz, immagine dal mio sito dartrender

3 commenti:

  1. Come le ho già detto adoro questo progetto ed ammiro la sua capacità di fantasticare e realizzare cose simili. Purtroppo molti sentendosi adulti preferiscono smettere di farlo. Io invece adoro guardare le cose come se fosse la prima volta, che sia un tramonto riflesso sul mare, una cima innevata o altro non ha alcuna importanza. Osservando il suo progetto riesco a percepire le risate di mille bambini che si divertono coni loro palloncini colorati e corrono all'impazzata immersi in un'immensa distesa d'erba, circondati da una stravagante ma pur sempre stupenda flora. Intanto qualche palloncino viene lasciato andare e trasportato da una dolce brezza inizia a volteggiare sino a tingere il cielo di tante piccole macchie colorate assimilabili a stravaganti stelline.
    Non sarebbe brutto però poterci vedere non solo bambini, ma anche adulti. Ne avrebbero da imparare quest' ultimi dai bimbi. Ad esempio a saper perdonare, a non bramare insensate vendette, che basta veramente poco per poter essere felici (come appunto un semplice palloncino) ecc..Ma io, nonostante tutto, sono fiducioso che prima o poi le cose cambieranno. Sinceramente vorrei tanto che il mondo diventasse una "imitatio" del suo progetto..del resto la speranza, come disse Aristotele, è un sogno ad occhi aperti (almeno.. io la vedo così ;)).

    RispondiElimina
  2. Il mondo è tuo, Angelo. E' vostro, se mi capisci. Ne potete fare quello che volete. Con le armi giuste.

    RispondiElimina
  3. Beh una cosa comune però sarebbe più gradita..insomma se un po' tutti tirassero fuori il fanciullino interiore e provassero a collaborare per la felicità comune non sarebbe cosa sgradita. "Meno lamentele e più sorrisi", un moto simpatico non crede? Probabilmente sogno troppo ad occhi aperti..chi esagera in un senso e chi in un altro.. :)

    RispondiElimina