martedì 10 gennaio 2012

L'immagine della settimana - 10.01.2012

Così discesi del cerchio primaio
giù nel secondo, che men loco cinghia
e tanto più dolor, che punge a guaio.

Stavvi Minòs orribilmente, e ringhia:
essamina le colpe ne l’intrata;
giudica e manda secondo ch’avvinghia.
Dante e Virgilio al bordo della ruina
Io venni in loco d'ogne luce muto,
che mugghia come fa mar per tempesta,
se da contrari venti è combattuto.

La bufera infernal, che mai non resta,
mena li spirti con la sua rapina;
voltando e percotendo li molesta.

Quando giungon davanti a la ruina,
quivi le strida, il compianto, il lamento;
bestemmian quivi la virtù divina. 

Intesi ch’a così fatto tormento
enno dannati i peccator carnali,
che la ragion sommettono al talento.

E come li stornei ne portan l’ali
nel freddo tempo, a schiera larga e piena,
così quel fiato li spiriti mali

di qua, di là, di giù, di sù li mena;
nulla speranza li conforta mai,
non che di posa, ma di minor pena.


Immagini di LAV/gigionaz. Testo di Dante (cui va il nostro ringraziamento)
Scena, modellazione e rendering fatte con Lightwave 9.6 e con Xenodream (free release). Immagine frattale realizzata con Apophysis

5 commenti:

  1. :) Beh quando arte e letteratura si fondono assieme non possono che regalare qualcosa di sorprendente e magnifico (se poi c'è di mezzo Dante ..eh eh)e direi che il suo lavoro ne è proprio un ottimo esempio. Compliments!! ;)
    (Il "voglio vivere così" comunque non mi si toglie più di mente..sarà perché la carriera canora era uno dei miei sogni..)

    RispondiElimina
  2. Voglio vivere così... col sole in fronte... :)
    Ah... Perchè ERA? Non mi dirai che hai perso l'ultimo treno, no?
    Ho come il sospetto che tu sia ancora in tempo.
    Un abbraccio Angelo!

    RispondiElimina
  3. Dice? Allora corro a raggiungerlo ;)
    Tanti cari saluti :)

    RispondiElimina