sabato 8 ottobre 2011

Lattuga gentiRe


   Oggi sono andato a fare la spesa al mercato in piazza, sotto casa mia. Il sabato non lavoro e, di solito,  mi prendo un'ora di mattina, per girare tra i banchi. Abbiamo un mercato del pesce che è un trionfo di colori e di odori.


   Dopo molti anni in giro per i dintorni sono tornato a vivere in città e l'ho trovata cambiata. Non ci sono più gli spezzini di una volta, quelli immigrati dalla Toscana, dall'Emilia, dalla Lombardia, dalla Campania e dalla Sicilia. Anche, dalle campagne qui vicino. Era il 1855, quando Cavour diede a Spezia il compito di essere la sentinella del mare del Nord e fece costruire da Domenico Chiodo l'Arsenale Navale dove si è rintanata la flotta del Tirreno sino almeno alla fine della Seconda Guerra Mondiale. In quello che Napoleone definì 'il golfo più bello del mondo'. Regalando, Cavour, un centro che offriva lavoro a tutto il circondario.
   Dunque La Spezia fu sempre, sin dall'inizio, una città multiculturale. E lo spezzino, idioma per nulla gentile, si rifugiò nei quartieri periferici, Rebocco e Migliarina, per sopravvivere come un rifugiato politico, come un esule di guerra. Io, che sono nato all'apice del boom economico, conoscevo Spezia come un buco opaco del mondo. Meravigliosa per il sole ed il mare ma provinciale e triste. Dove tutti, per strada, si salutavano. E, quando dicevi loro di essere di 'fuori', ti sentivi rispondere: "Ah! Ecco perchè non l'avevo mai vista!".


  Il mercato di Piazza Cavour è un luogo tanto odiamato dallo spezzino che quella piazza è stata ribattezzata, sin da tempi lontani, Piazza del Mercato.
  Il mercante che vi esercita, soprattutto quello che ha un banco di pesce, era invidiato ai tempi del rapporto auto:nucleo famigliare=0,5:1. Perchè il suo lavoro lo faceva guadagnare bene.
  Oggi, col rapporto auto:famiglia=3:1, solo i vecchi pesciai resistono. E i nuovi sono belle russe e simpatici tunisini.
   Tra i banchi vedi donne col velo, moretti che cercano di vendere accendini, domenicani che scelgono il pesce atlantico, siciliani che si portano a casa la 'sciabola', biondi nordici che fanno delle foto. E, di tanto in tanto, ti sembra di essere in vacanza negli USA.
   A me, che a Spezia ci sono nato, diverte questo colore.



   Vicino al mercato del pesce c'è l'orto frutta.
   E qui i nuovi sono tutti cinesi.
   Oggi vado a comprare l'insalata da loro. Sulla cassetta trovo scritto "Lattuga gentiRe".
   Ora, va bene l'integrazione, ma a tutto c'è un limite.

5 commenti:

  1. Ovviamente l'ottimo verduraio cinese, dopo tanto menare che gli avranno fatto, che i cinesi non usano la r, che i cinesi 'complano tle lape e quattlo clostate', appena ha potuto è incorso in un ipercorrettismo.

    Può pure darsi, peraltro, che ci volesse solo plendele pel il culo.

    Peldonatemi la chiosa.

    RispondiElimina
  2. Ho letto il tuo intervento sul blog Eliotropo-
    Purtoppo io ho visto-Tu hai scritto mi rifiuto
    di leggere ma che ti occupi di questi problemi
    da anni - Ho una considerazione io credo che a
    girare quel film sia stato un altro sadico che
    é membro del mucchi di rifiuti umani-
    Non credo a infiltrati con telecamere nascoste
    non in questo caso-Credo alle torture al delitto
    al compiacimento-Non so chi sia la giornalista
    Roberta Ragni comunque puoi aiutarmi a capire-
    Grazie
    Egill

    RispondiElimina
  3. Già. Il sospetto lo covavo. Nemmeno io credo a infiltrati mossi da sani principi.
    E queste cose le giudico alla stregua di filmini sadomaso. Peggio ancora, filmini che coinvolgono bambini. O comunque gente che non è consenziente. Animali e uomini pari sono, in questo caso. Vittime incolpevoli.
    E dunque, visto che Internet vive di 'click', e che dietro ad ogni click c'è un minimo guadagno...
    Insomma, preferisco insegnare ai ragazzi come è bella la vita e come si deve stare lontani dal sangue che esibire in continuazione sangue e m*rda dicendo, "vedete che brutto?".
    Riconosco, peraltro, che la conoscenza diretta del fatto serve, a quei due o tre che ancora vivono nel mondo delle nuvole.
    Per gli altri è semplicemente pornografia.

    PS: ovviamente il discorso non tocca l'ottima Rosa, il cui intento è chiaramente pulito. Tanto per dire, il video io l'ho postato sulla mia pagina facebook.

    Ciao e grazie :)

    RispondiElimina
  4. Grazie per la tua attenzione-
    Vorrei andare in fondo alla questione-
    Rosa si é fidata troppo senza controllare-
    Ho risposto al tuo commento sul mio piccolo blog-
    Non cerco publico ma solo per questa volta vi
    prego sostenetemi-
    Per questo ho perso la mia compostezza non ho mai
    chiesto nulla ne insistito tanto- Non é meno
    importante della crisi economica Forse lo é di più-
    Egill

    RispondiElimina
  5. Oggi è stata la volta della 'CataRogna'.

    Bellissimo! :D

    RispondiElimina