lunedì 31 ottobre 2011

Morte di un amico


Ieri è morto il mio amico Piero Milesi, un uomo gentile. Musicista minimalista, arrangiatore ed amico di Fabrizio de Andrè. Abitava a Bonassola, e l'infarto l'ha colto sullo scooter, che andava da Levanto verso casa, in mezzo ai detriti e alle alluvioni.


Rimangono le serate passate insieme a parlare di uva e di vino, di concerti e di donne, di jingles e di mare.
Aveva 58 anni.

L'immagine della settimana - 31.10.2011


  Magari ce ne andremo per un conflitto nucleare, o magari a coltellate. Ma io penso che sarà di certo una cosa luminosa.

sabato 29 ottobre 2011

Previsioni, cause e concause

Della serie: meglio sapere...



Con l'ausilio dei grafici probabilistici siamo in grado di inquadrare, non solo quando pioverà, ma anche dove con maggiore probabilità pioverà di più. In base a questa analisi saltano all'occhio in particolare sue settori: il Levante Ligure e l'alta Lombardia.

Tanti volenterosi a Dio danno una mano


Nel rumore bianco che si sparge per la rete ogni volta che succede qualcosa di 'notevole', aggiungo queste mie considerazioni, certo di non poter incrementare né diminuire il disturbo ed il bla-bla.

Dunque dico delle cose sulla tragedia di Spezia e del suo territorio, tanto a controllare in rete (e sui libri) se dico delle cavolate, la gente ci mette poco. Se sbaglio, conto sul fatto che qualcuno mi correggerà.

L'alluvione del Vara è dovuta a:

giovedì 27 ottobre 2011

Piove che Dio la manda


   Avrete già visto centinaia di queste immagini e quindi metto solo queste due.
Volevo solo lasciare anch'io un piccolo segno che ricordi la sventura della gente di mare e di fiume, qui a La Spezia. 
C'è una cosa bella. Tutti aiutano tutti. 
Anche ragazze e ragazzi di 17-18 anni che escono dalla loro casa rimasta asciutta in stivali e calzonacci, per andare nella fattoria della loro amica a salvare gli animali e per spazzare il fango.
Non parlate male dei ragazzi.




Testi di LAV-gigionaz - foto. Video da Youtube

lunedì 24 ottobre 2011

Etimologica 2: operaio e cavaliere

   Oggi andiamo ad indagare una serie di parole comuni e apparentemente banali, laddove, cioè, non dovremmo trovare nulla di strano o di nuovo: lavorare, operaio, cavaliere.



sabato 22 ottobre 2011

L'immagine della settimana: 23.10.2011

 
   Un'immagine creata per una mostra collettiva su CGSphere. L'idea che ha dato origine al contest era straordinaria. La sfera come ipostasi della grafica digitale 3D.

Adelmo, decrescita e cinghialetti

   Ho due grossi meli su in campagna. Sono due alberi sopravvissuti ad un incendio scoppiato una trentina d'anni fa, quando il terreno non era mio, ed ora sono talmente alti e grossi che non riesco nemmeno a potarli. Mele 'rotelle', autoctone della Lunigiana ed ora molto rare.
   Da quasi assoluto autodidatta li ho curati in questi ultimi anni, liberandoli dalle acacie e dalle vitalbe che gli crescevano intorno e sopra. I due meli mi hanno ringraziato riempiendosi, quest'anno, di frutti. Tante mele che, ad Agosto, i rami più grossi si sono schiantati.


giovedì 20 ottobre 2011

Elogi I,15



ELOGIO DELLE TROTE GRANDI


   Le trote piccole se ne stanno a prendere il sole tra i sassi, dove la pozza d'acqua finisce e la corrente rallenta. E' facile vederle, perché, se gli arrivi alle spalle, loro non vedono te. Stanno a galla, quando c'è una schiusa di effimere, e si litigano gli insetti. Fanno tanto fracasso che sembrano ragazzine alla ricreazione. 
E le prendi, se proprio ti va, e le mangi bollite o al cartoccio. 

martedì 18 ottobre 2011

Etimologica I: desiderio



  Mi metto a leggere l'etimologia di una parola importante sul Dizionario etimologico della Lingua italiana, di Tristano Bolelli, insigne linguista e venerabile vecchio dalla barba bianca (almeno quando lo conobbi all'Università, due o tre lezioni prima di decidere che il suo corso di glottologia era troppo complicato per me, adesso è morto).
Trascrivo la sua etimologia di desiderio, integrando tra parentesi.
Desiderio: Lat. Desiderium.
Desiderare: Lat. Desiderare, formato su considerare. Composto di de- (che esprime mancanza o separazione: de-mente = stupido, privo di mente; de-capitare separare la testa - caput - dal corpo) e un derivato di sidus, siderìs "stella". Nel linguaggio latino degli àuguri (sacerdoti che avevano compito di predire il futuro, di capire il rapporto tra le cose, di scoprire la verità), "avvertire la mancanza delle stelle (sidera)", e perciò "sentire la mancanza di".
   Allora si capisce perché quando si desidera qualcosa, si avverte spesso un vuoto più grande dell'oggetto voluto: noi siamo lì a far finta di volere una play station, ma in realtà, senza saperlo neanche, ci contentiamo di desiderare la play station perché sappiamo che le stelle non le possiamo avere.
   E allora non siamo mai contenti, perché se tu vuoi un ghiacciolo alla menta e ti fanno credere che in realtà è meglio al gusto arancio, allora lo compri, lo mangi, magari fai anche le facce beate, ma poi ti manca sempre il ghiacciolo alla menta. La mia esortazione è di continuare a cercare le stelle e di innalzare la play station, che un giorno riusciremo a comprare, a livello almeno di Marte (difficile, ma ci si potrebbe riuscire).
   
   In latino però de- esprimeva anche un complemento di luogo (de profundis = dal profondo) o rende, ancor oggi, più intenso il significato della parola cui si accompagna (de-predare: mettere a ferro e fuoco, predare proprio da cattivi). 
   E allora una ricostruzione etimologica un po' più arbitraria darebbe a de-siderare un significato più bello: chi desidera è al di là delle stelle o viene dalle stelle, chi desidera vuole qualcosa che è ignoto e che è oltre le stelle. 
Eppoi le stelle non si toccano sì, ma pure si vedono, e sono lì e non si muovono neanche.

   Da meditare, inoltre, l'etimologia dell'opposto ConsiderareDato che in latino, come in italiano, con- indica unione, possesso, com-unione, allora chi considera sta con le stelle - le fissa con attenzione esclusiva, come sue amiche - dall'alto del suo aver studiato (aver comprato, aver potuto, aver venduto, aver conquistato ecc.), magari perché ne ha già troppe, di play station. 
   E chi sta con le stelle non perde tempo a preoccuparsi di chi non ha nemmeno un telescopio perché non può (perché non ha comprato, non ha venduto, non ha conquistato, non ha studiato, ecc.).
Alla prossima.

Testi di LAV/gigionaz
Immagine dal sito di Yago Salina, che ringrazio

lunedì 17 ottobre 2011

Elogi I,14


ELOGIO DEL VAIRONE, O DELLA DISSENNATA GIOVENTU'



  Il vairone è un pesciolino lungo al massimo venti centimetri. Neanche un palmo.

domenica 16 ottobre 2011

Ferro e fuoco


Io sto con i 'manifestanti pacifici', come si dice adesso. Anche se non condivido alcune loro posizioni.
Io sto con la gente dei quartieri, voti come voti. E con le loro auto bruciate.
Io sto con quelli che hanno visto bruciare i loro negozi.
Io sto, anche, con quei poliziotti che si sono trovati all'ospedale.

Emotivamente e politicamente.

Se un giorno si dovrà affrontare la cosa come racconto storico, temo che i 'responsabili' di questo macello non saranno identificati solo in quei deficienti dalla faccia coperta di nero.

Banalissimo, ma non potevo star zitto.

L'immagine della settimana - 16.10.2011


   Uno strano animale marino, certamente un crostaceo, ripreso vicino alla maschera del sub.

sabato 15 ottobre 2011

E-cat, energia per il popolo

   C'è una leggenda che sta prendendo corpo nel mondo. La produzione di energia a costi bassissimi, senza emissioni dannose per l'ambiente, diffusa nel mondo e 'democratica'.

venerdì 14 ottobre 2011

Omaggio (2)


ascolta Destini incrociati (Radio24) - click dx - "apri in altra scheda"

   Questo omaggio è per due uomini venuti dal nulla. Due geni tirati fuori dalle strade. Un eroe apollineo, tutto classe e compostezza, saggio e ordinatore, gambe e pallone sempre in movimento. E un folle dionisiaco, perduto tra gambe storte, spina dorsale deformata, donne, alcool, tabacco e palloni impazziti che finivano sempre dove lui voleva.
Entrambi figli di povera gente, entrambi decisi a essere Dei per qualche anno.
   Un grazie alla trasmissione di Radio24, che li ha presentati al meglio.




Video da Youtube

lunedì 10 ottobre 2011

Censimento 2011

Per dovere e informazione dirò che sono riuscito a compilare online il Censimento, il terzo giorno alle ore 7 di mattina. Senza problemi di linea.

L'immagine della settimana - 10.10.2011


   Questa è un'immagine che ho inviato ad un concorso sulla '500, presso il sito dei Lightwavers italiani: www.lwita.com. Si doveva interpretare il mito dell'automobile popolare per come è stata vissuta negli anni '70 e '80.
   Io ricordavo la tempesta ormonale che divorava me e i miei compagni ed amici, al tempo. E mi tornava in mente il modo con cui si usava la 500, a mo' di alcova da contorsionisti. Avrei tanto voluto montare un portapacchi, sul tettuccio.
   Le cicche in terra stanno a segnalare che la tipa, ai tempi, ci metteva un sacco a prepararsi.
   Ah! Il titolo è 'Italians do it better". :D

domenica 9 ottobre 2011

Improvvisazione al potere

   Oggi è il primo giorno in cui si può compilare il censimento via Internet. Compilare la scheda del censimento è, si dice, un obbligo civico. Te compili e il tuo spirito di cittadino esemplare innalza il suo canto ai valori della democrazia.
   Il server del Ministero crolla subito sotto, pare, 500.000 richieste di connessione. E il tuo spirito civico viene sconfitto dall'insipienza del gestore della cosa pubblica, che probabilmente ignora il distributed denial of service.
   DDoS autoinferto.
   I server su cui risiedono i siti hanno una larghezza di banda prefissata e possono, per regole interne, rispondere ad un numero limitato di richieste contemporanee di accesso. Si definisce Distributed Denial of Service un attacco ad un server operato da un malizioso hacker che induce centinaia o migliaia o decine e centinaia di migliaia di computers a collegarsi simultaneamente con una pagina Web, per produrne il crash e la scomparsa.
   Che sugoso! Il Ministero che si produce astutamente un evento DDoS da solo! 



   Io metto il mio senso civico resistente. Costava tanto, a loro, informarsi su Wikipedia, settare correttamente il server e comprare banda? E, se non c'è larghezza di banda adatta, sotto il cielo grigio di questo nostro paese che sta franando, perchè diamine mi chiedete di fare il resistente?

ref 1 e 2
testo di LAV/gigionaz, disegnino preso qui

sabato 8 ottobre 2011

Lattuga gentiRe


   Oggi sono andato a fare la spesa al mercato in piazza, sotto casa mia. Il sabato non lavoro e, di solito,  mi prendo un'ora di mattina, per girare tra i banchi. Abbiamo un mercato del pesce che è un trionfo di colori e di odori.

venerdì 7 ottobre 2011

Articolo 21 della Costituzione Italiana

Mi stavo dimenticando... e grazie a Stefano me lo sono ricordato.




« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.
La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

giovedì 6 ottobre 2011

Omaggio

 
    Un omaggio a Steve Jobs. Capitalista genio e uomo di pace. Colui che, messo fuori dalla sua creatura, Apple, non avendo altro da fare, s'è creato la Pixar. Uomo di pixels colorati come nessun altro mai.
"Essere l'uomo più ricco del cimitero non mi interessa. Andare a letto ogni sera sapendo di aver fatto qualcosa di meraviglioso, questo è importante per me". Intervista al Wall Street Journal del 1993.
Viva.

lunedì 3 ottobre 2011

L'immagine della settimana


   Con questa inizio a mettere sul blog, ogni settimana, un'immagine. Nelle intenzioni dell'autore, la cosa dovrebbe collegarsi con quanto viene pubblicato nello spazio che sta prendendo corpo. Questa prima prova è ancora calda. Cotta con Mandelbulb3D e Photoshop CS2.
Senza titolo, per ora.
La versione a risoluzione maggiore è qui.
Anche questa immagine, come tutto quello che è contenuto nel blog e nel sito dartrender.altervista.org , si intende sotto licenza Creative Commons.