lunedì 5 settembre 2011

Elogi, I,8


ELOGIO DELL'ASINO, O DEL CIUCO


   Pare che nell'antichità l'asino fosse considerato di sessualità invereconda ed esagerata. Di cui certificano Apuleio e altri.

   Io non lo so. Mi ricordo un'asina che passava le sue giornate davanti a una finestra e non c'era neanche un asino che le andava a parlare, transitando di là. Infatti s'era innamorata di un mulo che, quanto a lui, sapeva di non avere una funzione nel mondo.c



Testo di LAV/gigionaz, foto qui e qui

12 commenti:

  1. Elogio dell'avvoltoio di Gigionaz? Fatto.
    Elogio del maiale di Gigionaz? Fatto.
    Elogio dell'asino di Gigionaz? Fatto.
    Vediamo di essere un filino più espliciti, perchè l'elogio del Bonanni di Gigionaz ci manca eccome...

    RispondiElimina
  2. :D Mi manca l'emoticon 'sghignazzo'...
    Comunque, servo vostro, amici. Verrà il momento.

    (Non mi tacciare di disimpegno, caro mio. Ogni giorno scrivo su PIR. Qui cerco di essere più moderato.)

    RispondiElimina
  3. Vuoi sposare Prisco: non mi stupisco, Paola, scema non sei.
    Prisco non ti vuole sposare: scemo non è neppure lui.
    Questo però è Marziale ;)

    Pir?
    Non devi moderarti qua, devi moderarti là.
    Ci sono passata stamattina presciopero.
    "Il licenziamento libero fa parte del sistema meritorcratico" e "magistratura italiana ad orologeria",
    non ce la faccio.
    Veramente, non mi assiste il sistema nervoso simpatico.

    RispondiElimina
  4. Mi piace Marziale. Asciutto come un legno vecchio. E, mamma mia... caustico assai.

    Oggi (e ieri) ho mollato i controlli, su PIR. E ho trasceso, forse. Con "Qui cerco di essere più moderato" volevo dire che qui mi rilasso liberamente.
    Notte :)

    RispondiElimina
  5. E' adorabile.
    O almeno io l'ho preso in simpatia da subito.

    L'unica volta che ho perso la calma è stata dopo una discussione surreale finita con tizio che disse che io ero tipo una odiatrice professionale (fosse che fosse il mestiere di Belpietro?) perchè nella mia firma avevo (e ho) "Sono partigiana. Nel senso che odio chi non parteggia. Odio gli indifferenti." non sapeva ovviamente che la frase non fosse mia.
    Mi sono così urtata che ho schiacciato ics e non ho più scritto per tipo un anno.

    RispondiElimina
  6. Eh... l'ignoranza genera indisposizione (e, talvolta, odio). Non farti azzittire dagli ignoranti odiatori inconsapevoli. E scrivi, se ti viene ;)

    RispondiElimina
  7. Tu giocheresti con uno che bara?

    RispondiElimina
  8. :) Inevitabilmente.
    E' una sfida. Una gara. Come a poker, no?
    "Ti ho visto il bluff, perchè sono migliore di te".

    Se chi bara è 'cattivo', nel senso che tende a fare del male, ci si difende.
    Altrimenti c'è spazio anche per "Ti vedo, LO vedo, ma fa lo stesso, non me la prendo".
    In genere funziona.

    RispondiElimina
  9. Il bluff è parte del gioco, il baro no.
    Ecco perchè non c'è sfida.
    Troppo semplice volere una rissa da dietro uno schermo.

    La questione è molto più semplice, carissimo.
    Scrivi su un forum per scambiarti ragioni indipendentemente dall'intensità con la quale lo si fa.
    Se il confronto non c'è perchè il moderatore non modera (ma gode nel non farlo), perchè gli interlocutori non vogliono discutere, ma sfogare le proprie frustrazioni, trollare, insultare, quotare senza senso alcuno, giocare coi colori, viene meno il motivo per cui scrivo.
    Quindi, banalmente, non scrivo.
    O meglio mi scrivo un'altra strada.

    RispondiElimina
  10. Mah... L'agonismo un po' mi stimola, quindi non mi viene facile comportarmi come te. Ma ti capisco.

    A me fanno morire da ridere quelli che vogliono giocare coi colori (qui mi manca l'icona dell'ometto che sbatte le mani sul tavolo mentre lacrima dalle risate, conosce, vero?).
    Farei di tutto per continuare giocare con quelli che giocano coi colori. Di conseguenza a volte chiudo un occhio e mezzo.
    Solo di tanto in tanto mi viene un po' di stanchezza e allora stacco senza pensarci.

    Ma lo sai che non so per certo il tuo pirnick? 8()

    RispondiElimina
  11. Per chi chiudi un occhio?
    Io non riesco a giustificare certi tizi che non solo non hanno argomenti validi, infastidiscono, insultano, ma si compiacciono anche di fare tutte queste belle cose.
    Nell'agonismo se oltrepassi una linea prima del tempo ti sbattono fuori anche se sei Bolt.
    A me va bene anche se non ci sono regole, ma deve valere tanto per chi discute con me, tanto che per me.
    Sennò non ci sto.


    Il mio nome è Meg, poi aggiungici:
    M = Multi
    E = Espectrógrafo en
    G = GTC de
    A = Alta
    R = Resoluciòn para
    A = Astronomìa
    Et voilà, Megara.

    RispondiElimina
  12. Ma allora tu davvero sei dentro l'astronomia-astrofisica? Spero di sì!

    Chiudo un occhio verso chi offende senza ritegno solo per certificare la propria esistenza in vita.

    Ma sarà che io sono più vecchio di te. Ed è vero: se invecchi senza troppi traumi ti cala la reattività.
    Per certi aspetti vi invidio, voi giovani.
    Buona domenica e a lunedì (io vado a vedere la fattibilità di un pollaio ed una conigliera, in previsione di eventuale crack prossimo venturo).

    RispondiElimina