martedì 23 agosto 2011

Evviva il multiculturalismo!



    Stasera mi sono concesso un aperitivo in centro. Non lo faccio spesso, non certo tutti i giorni. Non sono uno di quelli che si fanno un 'ape', che si incontrano per un 'ape', che si vedono solo agli 'ape'. Nulla in contrario e nulla da obiettare sugli 'ape'. Diciamo, solo, che è un mondo che non mi appartiene.
   Così me lo faccio solo ogni tanto.
   Ma che piacere... Caipirinha, salsa di jalapeno, pizza calda, crostini di wurstel, pane abbrustolito e lardo di Colonnata, salsiccia di Pignone spalmata su Pane di Vinca...
   A parte le calorie e l'attentato al mio tasso di colesterolo, è una sinfonia multiculturale.
   Che nemmeno i più beceri identitari e razzisti saprebbero rifiutare.
   La pace, nella civiltà futura, passerà dalla gola! Non è così?



4 commenti:

  1. Hai fatto benissimo.
    Ci manca solo che ci sentiamo in colpa per dei vizi sacrosanti che tra l'altro esercitiamo pure con parsimonia.

    Io non lo so per cosa passerà la pace, posso però dirti che la guerra passa sempre per la mancata percezione di alcuni di non capire di non vivere in un pezzo di terra isolato. Da tutti i punti di vista.

    RispondiElimina
  2. Che delizia, che sapore... beata la donna che fece, di te, il suo destino...

    RispondiElimina
  3. Spezia, l'Enoteca. Via Roma angolo via Rosselli. Mi pare :)
    "Una caipirinha con due stuzzichini", si dice. :)

    RispondiElimina